Nome Utente:
Password:

 
 
Meteo live:
 

 
News 151
 
   
DRUNKED WINDSURFER!!!
28/04/14 22:06
https://www.youtube.com/watch?v=bzwuvyt0tg4  
CENTRO TEST CHS 151
05/05/13 07:57
...
151 CHS TEAM IN ACTION
05/05/13 07:50
http://www.youtube.com/watch?v=lzneuvakiqc
VELE SCUOLA 151...
23/04/13 00:37

151 SCUOLA E TEST...
09/11/12 21:35
e' con mia personalissima e grande soddisfazione che posso annunciare per...
151 WINDSURF TEAM IN...
27/09/12 21:32
dopo mesi e mesi di chiacchiera finalmente siamo andati in chs dall'amico...
 
 
Ultimi commenti
 
   
VELE SCUOLA 151...
23/04/13 00:39
Yeahhhhh!!!!!!!!!!!!!
NEW SPEED RECORD...
28/11/12 15:19
Record battuto:52.05!!!!!! sempre aa, of course....
RE-GATTA WINDSURF 151...
01/07/10 11:38
Non posso mancare. facciamo la preghiera del vento!!! altrimenti non ci baster la spianata e la...
RE-GATTA WINDSURF 151...
30/06/10 14:54
Anch'io!:d
RE-GATTA WINDSURF 151...
30/06/10 13:58
Ci saro! :d
 
 
Ultime dal forum
 
   


 

 

 
 
News
 
VIVENDO IL SOGNO:
News del 03/09/2007 09:31

Vivendo il Sogno:

Il ritorno alle regate di Andrea Cucchi con le sue vele.

Avere un sogno e lavorare con passione per raggiungerlo e’ quello che con insieme al mio team mi sono proposto di realizzare alla fine del 2006.
Ad oggi ben si può dire che il Sogno si è tramutato in realtà hanno in solo 2 anni di sviluppo.
Come dimostra il fatto di aver raggiunto quasi il doppio delle vendite programmate per il primo anno sul mercato: il 2007,  aver vinto entrambi titoli Italiani Slalom e Formula, dimostrando così le assolute performance dei nostri bolidi, ed esserci affermati nella tappa di coppa del mondo speed, dimostrando che un prodotto Italiano può ancora vincere al più alto livello.
Senza contare infine lo sforzo nel voler creare una vera community, fatta di Promoter, Atleti e soprattutto tantissimi amici che contribuisse attivamente per creare un prodotto tutto italiano capace dal primo anno di affermarsi contro le aziende leader straniere.

Dopo 15 anni di regate tra PWA, EUROCUP, Mondiali etc, avevo un po’ perso la magia e la motivazione che regala il poter aver il privilegio di essere un PRO in uno sport che produce un stile di vita in un ambiente invidiabile e totalmente sano.

Sembra strano ma dopo anni passati negli stessi posti, stessi ingaggi, e con risultati costanti top 5, la mia carriera agonistica era infatti diventata troppo statica e quando si ha dentro l’agonismo la staticità uccide la voglia di sfida. Sentivo Dunque la voglia di aggiungere qualcosa e di cambiare o meglio di Aggiunger un obiettivo. E’ nata così una nuova sfida: POINT-7. L’ho sognata e dopo quasi 2 anni di necessaria pausa dalle regate, mi sono ritrovato quest’estate in acqua con i miei vecchi amici a girare tra le boe, ma con delle vele che quando le armo mi motivano a 2000, perché sono quelle a cui io e tutto il team abbiamo lavorato per più di un anno.

In primavera avevo riassaggiato il profumo delle regate a livello nazionale vincendo il titolo italiano Formula, e qualche regata slalom sul Garda. Già vincere quelle gare con le mie vele era stata un emozione forte: una liberazione da mille pensieri e la prova per tutti che il lavoro svolto era stato fatto nella direzione giusta, senza contare la dimostrazione della performance d’alto livello che siamo riusciti a dare  ai nostri futuri clienti. La vittoria poi del nostro atleta di speed Jose’ Bahadour al Campionato del Mondo di Karpathos, non ci aveva fatto dormire la notte, e mi aveva caricato di voglia per tornare alle gare internazionali con una adrenalina e una motivazione perfino più alta di quando avevo iniziato 15 anni fa.  

Grazie a queste prime gare e’ iniziato poi a diffondersi  sui vari Forum di windsurf internazionali il virus delle nostre vele nere, degli oggetti inizialmente guardati con diffidenza, ma che poi…..erano pronte a seguire tutti i nostri racer nella loro personalissima sfida con la velocità!
Guardate questa foto poi: pensate che non se ne sia accorto nessuno?? Qual’e’ la vela che spicca di più? Non potete dire che non sia quella nera in mezzo alle altre 130 iscritte alla gara! Ebbene si se ne sono accorti tutti,ed infatti sul sito ufficiale delle regate sono partiti i commenti: ma di che marca sono quelle vele nere..they are too cool!!

E’ stato divertente veder le faccie di molti che si sono trovati delle vele nere metalizzate stile Caccia Stealth americano da guerra affianco in partenza, pronte a dar battaglia!

E di  questa foto apparsa sul sito della One Hour Classic, che dire?
Pensate che quando l’ho vista ho espresso anch’io un wow ! !Ma hanno tutti un Point Ac1?

E così mi sono deciso che era arrivatoil momento di espandere sempre più il virus Point 7…
Ma che fatica ragazzi!!! in regata dopo 2 anni senza un allenamento fisico specifico.Vi posso assicurare che anche se si passano 8 ore in acqua al giorno per fare i test, ore reali alla fine diventano forse 2 e non e’ lo stesso allenamento che serve poi in gara.Mi sono accorto che la forma fisica resistente che serve in gara era solo diventato un ricordo! E calcolate che per il 2008 vi abbiamo preparato 11 linee di vele. Immaginatevi il lavoro per testarle tutte nelle loro 70 musure totali!  Sono sicuro che il vostro feedback sarà entusiasmante per ogni linea!

Prima regata Sylt: Campionato Tedesco Open. Quasi il 90% di noi ragazzi ‘vagabondi’ ha fidanzate straniere. Per rimanere nel trend, in 15 anni di regate su quest’isola tedesca, non  è un caso che la mia ragazza fosse proprio di li… dunque un’ottima combinazione di cose per ottimizzare la trasferta. . 5 giorni di competizione che si sono rilevate una impresa dura per la mia forma fisica con 8 prove slalom, 2 wave elimination e 5 prove di Formula. Condizioni cattive, di onda grossa, corrente contraria come fiume e vento forte…ed un freddo polare per Luglio! Concludo la regata con  il secondo posto in slalom, e terzo in overall, e grazie a questo risultato arriva subito un primo contatto interessante. L’importazione per la Germania. Oltre che la soddisfazione del primo ottimo risultato personale in un campo di regata internazionale e di livello, si aggiunge anche la soddisfazione di lanciare POINT-7 nel mercato di windsurf più grande al mondo. Un po’ frastornato dai mille eventi in una settimana, ricomincio ad assaporare quella voglia di sfida e di voler vincere. Che vuol dire voglia di fare subito la valigia per andare all’evento successivo… ripartire da zero, per schizzare stavolta per primi fuori dall’allineamento di partenza, prendere il vantaggio decisivo per  poter sentire solo il rumore della mia scia dietro! La voglia di parlare con i più forti al mondo e scambiarsi idee tecniche sul materiale. La stessa motivazione forte che vi posso assicurare abbiamo tutti in POINT-7 di voler sviluppare le MIGLIORI vele del Mondo che uniscano qualità e performance superiore rispetto a quello già disponibile sul mercato. 

Dunque eccoci in Polonia con la prima settimana di agosto: Leba, Terza tappa di Eurocup. Sponsor Allegro…una specie di E-bay nazionale che ha sbaragliato l’originale: Spesa totale dell’evento 850mila euro. Dirigibili, 10mila spettatori in spiaggia, concerti con cantanti famosi Americani, premiazioni, feste. Miss Reef Contest. Attività in spiaggia per far divertire il pubblico tutto il giorno.  L’evento più grande a cui abbia mai assistito in vita mia tutto dedicato al windsurf. Un evento con un contorno di attività fantastiche, migliore di qualsiasi vacanza da villaggio turistico.  Mi ritrovo circondato da tutti i vecchi amici con cui ho battagliato in passato. Non conosco la realtà degli altri sport, ma sono stato accolto come un vero amico, e non come un loro rivale. Non penso che succeda in molti sport. Tutti contenti di raccontare e di ascoltare le ultime news di ognuno sulle rispettive  esperienze.

Tutti infine, curiosi per le mie vele, specie dopo il successo dell’Italiano FW e del Campionato Tedesco Open. Partono le gare e concludo l’evento sesto dopo sei prove. Finisco la maggior parte delle prove nei primi 5, ma purtroppo per errori di ruggine mi conta un dodicesimo parziale che mi toglie la possibilità fi poter battagliare per la terza posizione ottenuta a pari punti con Ross Williams e Alberto Menegatti.

Che ruggine ragazzi!!senza contare che quando regati poi contro gente che lo fa di mestiere, non ci si può permettere di fare 1m di strada di troppo. S’infilano in mezzo 10 surfer uno più agguerrito dell’altro e con la mia ruggine altro che 1m in più.. lasciavo porte aperte a tutti. Bisogna essere reattivi ma questo viene solo con un po’ di allenamento specifico che a me stavolta mancava. Sesto a pochi punti dai ragazzi davanti è stato comunque un risultato ottimo per il primo evento di questo livello.

Vi voglio poi raccontare un segreto…Normalmente tra i regatanti ci sono sempre dubbi sulla performance di nuovi prodotti da gara per paura di peggiorare i loro piazzamenti medi ottenuti con i materiali prededenti. Con  i miei  risultati si sono però fatti sotto in molti a chiedermi sponsorizzazioni. Mi ha fatto effetto ricevere richieste di sponsorizazione, e dunque sentire un cambiamento di posizione nei loro confronti. Proprio come facevo io quando parlavo con i miei sponsor o probabili futuri sponsor del settore. La cosa che mi ha fatto più piacere e’ stata anche la dimostrazione di grande motivazione di alcuni, di voler supportare e promuovere il progetto di un loro amico.  Erano presenti molti personaggi che lavorano nel business del windsurf in Polonia, ed alcuni  ci avevano già contattato ad inizio stagione per importare POINT-7 nel paese. Durante l’evento dopo aver visto dal vivo il line up 2008, ed in azione le AC-1,  e’ stato divertente vedere come si sono messi a combattere per avere l’importazione!!


 
Mi accorgo sempre più quanto è bello l’ambiente delle regate,  poter viaggiare con un gruppo di amici e condividere il contorno che offre il nostro sport e l’organizzazione di questi eventi.   POINT-7 mi ha fatto adesso anche conoscere un’aspetto nuovo di questo sport. La parte del business, le persone che lo mandano avanti. Dunque non solo i discorsi dei ragazzi che lo praticano a livello agonistico, ma anche di chi lo promuove a livello di marketing e business. Infatti finita la regata, altro che relax per il giorno dopo, la giornata era solo a metà….ed era quello che cercavo!

Per concludere il primo giro estivo ci trasferiamo a ST.Moritz sul lago di Silvaplana. Volete ridere? In Polonia mi si era formata una bolla d’aria nell’impianto dei freni, e la frizione del Furgone era andata in tilt! Con 15 sloti(3,70€) un meccanico mi ha sistemato tutto! Immaginatevi in Italia!!!    2000 metri contornato di pioggia e 5gradi. Sembrava di essere in pieno inverno al Garda.  Arrivo sullo spot 3 giorni prima della gara e ne approfitto del brutto tempo per portami avanti con mail ed altre cose.  Silvaplana la vedo sempre un po’ come la Porto Pollo svizzera. Incredibilemente pieno di surfisti in  campeggio. Ma mi chiedo: Non è meglio fare 40minuti di auto in più ed uscire in surf a Colico con una ventina di gradi di temperatura in più? Comunque armo 5 vele del line up 2008 ed è l’inizio del virus POINT-7 in Svizzera. Senza far nulla, iniziano ad arrivarmi telefonate e mail da svizzeri che mi pregano di aspettare il weekend prima di dare via all’importazione per il loro paese.  Il Venerdi Inizia la gara ma il vento si fa attendere fino a Domenica. E’ stata un’ottima possibilità per concludere accordi con gli atleti internazionali, e pianificare degli allenamenti invernali tutti insieme a Cagliari. Domenica partiamo con la mitica Maratona ed il vento è molto leggero.  Concluda in settima posizione e un’altra volta mi accorgo come il livello e’ diventato più vicino di tutti. Non c’e’ più quel gran salto tra i più forti e i più deboli. Una dimostrazione che la classe della Formula e’ solida ed è ormai una classe che avrà futuro lungo. Rimane sicuramente la disciplina più divertente sotto i 15 nodi da poter disputare delle vere regate competitive. Concludo in nona posizione invece l’Eurocup nonostante il mio risultato peggiore e’ 8! Questo per farvi capire il livello!

Torno a casa soddisfatto sia del successo ottenuto da POINT-7 con il line up 2008 che sarà presto disponibile on-line a nuovi prezzi che sono sicuro vi daranno finalmente il piacere di comprare del materiale di windsurf di qualità ad un prezzo super conveniente e Soddisfatto della prestazione delle vele.
Entrare nei top 5 a delle prove il primo anno sui campi di gara a livello internazionali non e’ da tutti specie poi se calcolate che ero  fuori forma completamente, per regate di questo livello!

Che dirvi di più: non vedo l’ora di farvi conoscere i prodotti 2008 e di tornare quest’inverno in Sardegna per allenarmi seriamente per le gare di PWA insieme ad un team ancora più numeroso così da portare POINT-7 a vincere il più possibile sui campi internazionali!

Voglio personalmente e da parte di tutto il team ringraziare i nostri amici surfisti  che hanno voluto credere  da subito in noi fin dal primo anno. Faremo di tutto per darvi il massimo supporto e assistenza alle vostre richieste. Sono sicuro che rimarrete sbalorditi dalla qualità e dal look dei prodotti 2008!... e controllate i nostri nuovi prezzi!  Con il 2008 grazie al vostro supporto porteremo la AC-1 a vincere vincere vincere per sognare insieme a voi!


 
Commento di Pecoraro Alessandro del 08/09/2007 17:25
ilenia prova a dire che sono brutte!?!? guarda l ultima foto!in confronto la neilpryde sembra da frrestyle... mi sembrano davvero potenti...simili alle warp...te stefano?ke dici?

Commento di Pecoraro Alessandro del 10/09/2007 18:19
oooooooooooo luca!(dito)...scusa se nn ti ho risposto al mess....ma ho perso molti numeri...compreso il tuo...dammi la tua mail ke ci sentiamo

Commento di Stefano Filippi del 15/09/2007 08:55
Sarei molto curioso di provarne una, anzi, di comprarmene una, ma ancora ne Urban ne altri le commercializzano, quindi penso che mi toccher aspettare ancora.. Secondo me sono molto performanti.. :-)

 
 
Surfer
 
 Ultimo Iscr.: Nissirio Alessandro
 Registrati:89
Per chiamare il Surfer in chat clicca sul nome

 
 
Chat      utenti in Chat (0)
 
   
 
Ultime immagini inserite
 
 
 

 

<< 2022 >>
   
 1
   
 1 Km
   
 1
   
   
 1 Km
   
 1
   
   
   
You have an error in your SQL syntax; check the manual that corresponds to your MySQL server version for the right syntax to use near '' at line 1